nasce la firma e l’identità digitale dei palazzi

Palermo, 20 gen. (Adnkronos)

“Nella visione contemporanea la produzione nel settore edile si sta spingendo verso l’uso di nuove tecniche o metodologie costruttive al fine di apportare una qualità agli immobili sempre più di alto livello. Accanto all’uso di materiali convenzionali di tipo tradizionale, i formulati nanotecnologici stanno influendo in modo preponderante nel miglioramento delle prestazioni chimico-fisico delle componenti dei manufatti. I nanomateriali riescono a soddisfare e risolvere i più svariati e specifici problemi che si riscontrano in tutte quelle carenze insite nella natura stessa dei materiali da costruzione”. A dirlo Sabrina Zuccalà, direttore del laboratorio di nanotecnologie “4ward360” che aggiunge: “La mia intuizione è stata quella di essere stata la prima ad applicare le nuove nanotecnologie in questo settore, utilizzando ciò che già esisteva e nessuno adoperava in determinati campi, operando quindi un cambio di paradigma. Abbiamo focalizzato la nostra attenzione innanzitutto, sui nuovi bisogni in edilizia ad esempio nei cantieri, e da lì abbiamo tentato di capire sei alcuni materiali tecnologici potessero essere usati con le opportune modifiche”.


“Dunque, non più attenzionare solo…