Zona arancione, quattro regioni verso il cambio di colore

Da zona gialla a zona arancione, sono quattro le regioni italiane che vanno verso il cambio di colore con regole e misure anti contagio covid più rigide. A fare da ago della bilancia gli alti tassi di occupazione non solo delle terapie intensive, ma anche dei reparti ordinari. In attesa della conferma con i dati del monitoraggio Iss di oggi e la firma del ministro Speranza, il passaggio di fascia di rischio riguarderebbe in particolare quanti in questa settimana hanno raggiunto o superato la soglia del 20% nelle intensive secondo i dati Agenas, e cioè Friuli Venezia Giulia (23% intensiva, 34% area non critica), Piemonte (23% intensiva, 30% area non critica), Abruzzo (22% intensiva, 32% area non critica)e Sicilia (20% intensiva, 37% area non critica).

Leggi anche

Incerto e in bilico, invece, il passaggio in zona rossa della Valle d’Aosta, ormai già da una settimana in arancione. Per il presidente Erik Lavevaz, sentito dall’Adnkronos, i dati di questa settimana, infatti, “collocherebbero la Valle d’Aosta in zona gialla, allontanando il pericolo di finire in zona rossa. Il passaggio in arancione, legato a pochi casi – ha puntato il dito -, ha causato un grave danno d’immagine alla Regione: questo in una stagione…