«Voglio essere ai test in Malesia»- Corriere.it

Il peggio sembra passato, dice Marc Marquez che nei giorni scorsi è persino tornato a guidare una moto da fuoristrada. La diplopia causata da un incidente in allenamento a fine stagione lo ha costretto a tre mesi di riposo forzato, ma adesso il campione catalano è ottimista sul suo futuro.

Il fisico risponde bene, assicura Marc. «Ho guidato una moto da cross che richiede molta precisione e una visione completa, con risultati molto positivi». Marc è seguito dal dottor Sanchez Dalmau, lo stesso che lo aveva curato nel 2011 per un problema analogo. «Il recupero della vista non può essere parziale. O recuperi tutto o non puoi guidare, nel 2011 era esattamente la stessa situazione. I dottori non mi hanno dato un tempo preciso di recupero, è stata dura, perché ho messo in conto anche l’eventualità di smettere con le gare».

Una lunga ed estenuante attesa, ma finora è stata esclusa la necessità di un intervento chirurgico. «Al momento è escluso, poi vedremo in base al recupero. Sul piano mentale è stato uno dei momenti più difficili della mia carriera, perché quando il braccio destro stava migliorando è arrivato il problema all’occhio. Così è la vita, ma bisogna restare positivi».

Com’è successo? «Stavo guidando la moto da…