Violenze piazza Duomo, vittime salgono a 12/ Nuove denunce choc “15 mani addosso”

Novità in merito al caso delle violenze in Piazza Duomo a Milano avvenute la notte di Capodanno. Come emerso nel corso della trasmissione Lombardia Nera, in queste ore sarebbero state ascoltate le ragazze vittime delle aggressioni. Le denunce per le molestie e le aggressioni sessuali sono salite a dieci. “Parlavano tutti in arabo e ci spingevano”, ha raccontato una delle ragazze, come messo a verbale, “A un certo punto sono caduta per terra e loro continuavano a metterci le mani addosso. Mi hanno aperto la giacca, mi hanno alzato la gonna, volevano spogliarci, ci toccavano dappertutto: sui seni, sul sedere, tra le gambe”.

Il gip di Milano ha ritenuto che il 18enne Mahmoud Ibrahim debba restare in carcere anche se il padre, ai microfoni della trasmissione tv, lo ha definito innocente. Eppure a riconoscerlo sarebbero state ben quattro tra le vittime della notte di Capodanno. Si attendono invece decisioni giudiziarie per il 21enne fermato a Torino mentre proseguono le indagini sui 18 giovani identificati e perquisiti nei giorni scorsi dalla polizia.

Violenze piazza Duomo,…