Vaccino covid e quarta dose, esperti frenano su nuovo booster

Un altro booster dopo la terza dose di vaccino covid? Più no che sì, a giudicare dai pareri espressi dagli esperti. Gli attuali vaccini mRna garantiscono un’elevata protezione contro la variante Omicron dopo la terza dose. I cicli ordinari di vaccinazione hanno mostrato un progressivo calo dell’efficacia dei vaccini. Sullo sfondo, ci sono 500mila quarte dosi già somministrate in Israele. “Non si può imporre a 50 milioni di persone di fare la quarta o la quinta vaccinazione, deve esserci una strategia. Non c’è un sistema sanitario in grado di sostenere poi lo sforzo di vaccinare 50 milioni di persone ogni 4 mesi”, dice il professor Andrea Crisanti a Agorà.

Leggi anche

“Questi vaccini -spiega- sono stati un contributo fenomenale per bloccare l’epidemia e consentirci di condurre una vita normale. I limiti mostrati da questi vaccini sottolineano l’urgenza di cambiare strategia a medio termine: bisogna investire e sviluppare vaccini che abbiano una durata maggiore, costino meno e abbiano una proprietà intellettuale che appartenga agli stati. Non possono esserci differenze tra i paesi come quelle attuali, che sono inaccettabili”.

“Posso pensare che la somministrazione di una eventuale quarta dose di vaccino…