va in produzione un drone d’attacco con 10 mila km di autonomia. Arriva fino in Europa

 

 

L’esercito cinese ha recentemente presentato il Wing Loong-3, il suo veicolo aereo senza pilota intercontinentale (UAV), in occasione della 14esima edizione della China International Aviation and Aerospace Exhibition tenutasi nella provincia di Guangdong, come riporta il South China Morning Post.

Sviluppati dal Chengdu Aircraft Industry Group, i droni Wing Loong assomigliano ai Predator/Reaper utilizzati dalle forze armate statunitensi e sono utilizzati anche dalla Cina per operazioni di media altitudine e lunga durata (MALE). Il drone ha spiccato il volo per la prima volta nel 2009, ma ha visto un rapido incremento delle sue capacità prestazionali.


Come la maggior parte degli altri droni, i droni Wing Loong sono destinati a missioni di ricognizione e sorveglianza e possono essere equipaggiati con una serie di sensori ad hoc. Inoltre, il drone può essere impiegato per un ruolo di combattimento se dotato di missili aria-superficie.

Con il Wing Loong-3, la Cina ha portato i droni da combattimento a un livello completamente diverso, aumentando il raggio d’azione a 10.000 km. Si tratta di una distanza ampiamente intercontinentale: per fare un esempio il drone partito da Pechino può arrivare fino a Lisbona. Per raggiungere questo obiettivo, la Cina ha…