«Useremo ogni mezzo». E sfodera le minacce nucleari- Corriere.it

di Fabrizio Dragosei

Lo zar: «Dobbiamo difendere la nostra Patria. Siamo in guerra con l’Occidente: spingono Kiev a combattere perché vogliono distruggerci»

Una mobilitazione, sia pure parziale come quella annunciata ieri da Vladimir Putin, era stata decisa solo due volte dalla Russia: durante la Grande guerra e all’inizio del Secondo conflitto mondiale. Ma per il leader del Cremlino la situazione sarebbe altrettanto grave, con l’Occidente deciso a fare a pezzi il Paese approfittando della guerra in Ucraina. Così l’Operazione militare speciale scatenata il 24 febbraio deve andare avanti e portare al successo completo. «Washington, Londra e Bruxelles stanno apertamente incoraggiando Kiev a spostare le ostilità sul nostro territorio», ha sostenuto il presidente che ha parlato in mattinata per raggiungere anche quei russi dell’Estremo Oriente che sono lontani dieci fusi orari da Mosca. E ha poi proseguito nel dipingere la sua visione catastrofica sulle intenzioni della Nato e degli Stati Uniti: «Dicono apertamente che la Russia deve essere sconfitta sul campo di battaglia con ogni mezzo e poi privata di sovranità politica, economica, culturale e di qualsiasi altro genere; ed essere poi saccheggiata».

Se all’inizio del conflitto Putin aveva parlato…