Usa, “Trump scelse di non agire” per fermare la rivolta del 6 gennaio 2021

Donald Trump “scelse di non agire” il 6 gennaio 2021, quando il Congresso fu preso d’assalto da una folla inferocita di suoi sostenitori. Nonostante le pressioni dei suoi consiglieri, inclusi i figli Ivanka e Eric, l’ex presidente fu inamovibile, incollato davanti alla tv a guardare la diretta tramesso da Fox. Senza muovere un dito, nonostante sapesse che tra gli insorti ce n’erano anche di armati. E così facendo “tradì il suo giuramento sulla Costituzione”, “non difese il Paese” e “abdicò ai suoi obblighi”. Nell’attesa ottava audizione pubblica, la commissione di inchiesta sulla rivolta ha ricostruito i 187 minuti dell’insurrezione, da quando Trump lasciò il palco dopo aver invitato i suoi fan a marciare su Capitol Hill a quando postò su Twitter il video con cui chiedeva loro di andare a casa.

Processo a Trump

di

Carlo Bonini (coordinamento editoriale)

Paolo Mastrolilli e Laura Pertici (coordinamento multimediale). Produzione Gedi Visual



“Aprì la strada alla violenza e alla corruzione” con i suoi tentativi di ribaltare l’esito del voto e per…