Usa, Steve Bannon riconosciuto colpevole di oltraggio al congresso

WASHINGTONSteve Bannon è stato riconosciuto colpevole di oltraggio al Congresso per essersi rifiutato di testimoniare davanti alla commissione d’inchiesta sull’assalto del 6 gennaio 2021 a Capitol Hill. Il verdetto, pronunciato da un tribunale federale di Washington dopo tre ore di camera di consiglio, piomba come un macigno su Donald Trump e le sue ambizioni presidenziali per il 2024. L’ex stratega del miliardario, il primo a cadere nel ristretto circolo dei fedelissimi di Trump, rischia da un minimo di 30 giorni a un massimo di due anni di carcere, oltre a migliaia di dollari di multe. La sentenza è attesa per il 21 ottobre e non è chiaro come il giudice Carl Nichols, nominato dall’ex presidente, intenda muoversi. Processi come quello di Bannon sono infatti una rarità e nessuno da più di 50 anni, dai tempi della Guerra Fredda, è mai finito dietro le sbarre per oltraggio al Congresso.

Presente in aula alla lettura del verdetto, Bannon si è lasciato andare a un grande sorriso, con atteggiamento quasi di sfida. “Abbiamo perso una battaglia, ma vinceremo la guerra”, ha detto fuori dal tribunale. “Io sto con Trump e con la Costituzione”, ha aggiunto. Accanto a lui il suo legale David Schoen, che ha…