USA e Commissione segnano la via della deindustrializzazione europea

 

Ogni tanto ci sono delle analisi senza fette di salame sugli occhi. Ad esempio un macroanalista, Philip Pinkilgton, ha condotto un’analisi piuttosto corretta della situazione energetica e industriale europea e della sua evoluzione nel mondo occidentale.

Vi invito a leggere tutto il thread:

Ora che i gasdotti Nord Stream sono scomparsi, vale la pena pensare a come una deindustrializzazione dell’Europa attraverso prezzi dell’energia costantemente elevati

La produzione europea non sarà più economicamente sostenibile. Gli input energetici, uno degli input chiave nella produzione, saranno troppo costosi per produrre prodotti in modo redditizio. Saranno semplicemente più economici da acquistare altrove.

La base è ovvia: senza NS1 e 2 , neanche in prospettiva, l’Europa deve…