Uno studio spiega come il 5G aiuterà a ridurre le emissioni di CO2 Agenzia di stampa Italpress

VANTAGE TOWERS TORRE TORRI RIPETITORE RIPETITORI DIFFUSIONE SEGNALE 5G 4G 3G 2G LTE OPERAIO SPECIALIZZATO OPERAI SPECIALIZZATI TECNICO TECNICI TELECOMUNICAZIONI

ROMA (ITALPRESS/TraMe&Tech) – La rapida implementazione della connettività 5G in Europa e nel Regno Unito avrà un impatto immediato nella riduzione delle emissioni di CO2. Questo è il risultato di nuovo studio commissionato da Ericsson, che prende in esame quattro settori ad alta intensità di carbonio. Ovvero energia, trasporto, manifatturiero ed edilizia. L’arrivo della rete superveloce potrebbe insomma assicurare un risparmio di emissioni tra i 55 e i 170 milioni di tonnellate di CO2 l’anno. Che equivale a togliere dalle strade dell’Unione europea un’auto su sette, quindi oltre 35 milioni di veicoli.
Lo studio sostiene che almeno il 40% delle soluzioni per la riduzione della CO2 adottate nell’UE da qui al 2030, si baserà sulla connettività fissa e mobile. Queste soluzioni di connettività, così come ad esempio lo sviluppo di generatori per produrre energia rinnovabile, potrebbero ridurre le emissioni dell’UE di 550 milioni di tonnellate di biossido di carbonio equivalente.
Ossia quasi la metà delle emissioni create dall’intero settore energetico dell’UE nel 2017. E il 15% delle emissioni…