uno choc, chi è il trans finito in manette – Libero Quotidiano

È stato accusato e arrestato un ufficiale degli Stati Uniti, insieme a sua moglie, per aver fornito informazioni alla Russia in relazione alla guerra in Ucraina, secondo il Dipartimento di Giustizia americano di cospirazione. In manette ci sono finiti Jamie Lee Henry, un maggiore trans dell’esercito e sua moglie Anna Gabrielian, una anestetista di madre lingua russa. Sono accusati di aver offerto informazioni sensibili, e in particolare mediche, sui soldati statunitensi e sui loro parenti a un agente dell’Fbi sotto copertura che si atteggiava a rappresentante dell’ambasciata russa. Secondo il Dipartimento di Giustizia, lo scorso 17 agosto Anna Gabrielian avrebbe incontrato l’agente federale in un albergo e gli avrebbe confidato di sentirsi “motivata dal patriottismo nei confronti della Russia a fornire qualsiasi assistenza possibile alla Russia, anche se ciò significava essere licenziata o andare in prigione”. La donna avrebbe aggiunto, inoltre, di aver contattato l’ambasciata russa per offrirgli assistenza sia da parte sua che da parte del suo coniuge. L’accusa, tra l’altro, parla di Jamie Lee Henry come uomo, ma il suo nome nel 2015 è passato alle cronache per essere diventato il…