una Lady di palazzo costretta alle dimissioni- Corriere.it

di Enrica Roddolo

Lo scambio di battute, documentato su Twitter, tra la direttrice di un’associazione che offre assistenza a donne che hanno subto abusi e un membro della Royal household

Lo scambio di battute interpretato come razzista stato dettagliato via Twitter da Ngozi Fulani, chief executive di Sistah Space, una casa rifugio di East London per donne di colore e caraibiche che hanno subto abusi. Ngozi Fulani era tra gli invitati al grande evento per accendere i riflettori sulla violenza sulle donne voluto dalla regina Camilla a Buckingham Palace.

E a fare commenti considerati razzisti da Fulani — la Lady di palazzo ha incalzato la donna di colore chiedendo da dove arrivasse, quali fossero le sue origini — stata proprio una esponente della Royal household. Anzi un’esponente onoraria come ha poi precisato Buckingham Palace annunciando che la donna ha gi rassegnato le dimissioni dal suo incarico onorario e non prester pi servizio a palazzo. Dai tweet di Ngosi Fulani che la chiama LadySH a Londra si ipotizzato si sia trattato di un’ex Lady in waiting della regina ora confermata da Carlo come Lady in the household con il compito di assisterlo personalmente Il palazzo ha anche aggiunto di ritenere l’accaduto estremamente serio e ha parlato di commenti…