Un triplo Nobel per «accerchiare» Putin

America-Cina Il Punto | La newsletter del Corriere della Sera

Venerd 7 ottobre 2022

Un triplo Nobel per accerchiare Putin

Buongiorno,
in tempi di guerra nel cuore dell’Europa, il Comitato che assegna il Nobel per la Pace non poteva non mandare un segnale molto chiaro: ne ha spediti addirittura tre, all’indirizzo dei responsabili o dei fiancheggiatori (Lukashenko) del massacro che ha sconvolto l’Ucraina e il resto del mondo. Sotto raccontiamo chi sono i protagonisti di questo premio, che ora si trovano in carcere, in esilio o sul campo di battaglia per raccogliere i pezzi di questo disastro.

Nel frattempo si allarga più minacciosa che mai l’ombra di un imponderabile fungo atomico sul futuro del conflitto, evocata dalle parole del presidente americano Joe Biden (l’«Armageddon») che ammonisce a prendere sul serio le peggiori intenzioni di Vladimir Putin.

Nell’edizione di oggi — ancora senza firme: tra poche righe vi ricordiamo il perché — parleremo anche di chi scappa dalla Russia verso l’Alaska e di chi lascia Cuba per la Florida: simili le ragioni, cambia…