un inquietante sospetto sulle cifre gonfiate – Libero Quotidiano

Sono circa 2 milioni le persone attualmente positive in Italia. La cifra, però, tiene conto solo dei casi registrati nelle ultime tre settimane, cioè a partire dal 20 dicembre. E qualcosa sembra non tornare. “Non è possibile che praticamente nessuno dei 2 milioni di italiani che è diventato positivo dopo il 20 non sia stato ancora liberato – ha spiegato a Repubblica l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco -. Sono troppi, è evidente che è saltato il tracciamento. Potrebbe anche darsi che molti siano già fuori di casa ma il sistema non li abbia ancora eliminati dal conto dei positivi”. Un problema tecnico e burocratico, insomma. 

 

 

 

Il cortocircuito nasce dal fatto che spesso la positività al Covid dura tra una settimana e dieci giorni. Ecco perché non è possibile che tra i positivi di oggi ci siano così tante persone che si sono contagiate anche 15 giorni fa. Soprattutto se prendiamo in considerazione la nuova mutazione. A tal proposito, Lopalco ha detto: “Sembra che l’infezione da variante Omicron in media duri meno, ci sono vaccinati con tre dosi nei quali si esaurisce molto rapidamente”. 

 

 

 

Invece, secondo un altro…