Un giorno di guerra in Ucraina «costa» quanto 30 in Afghanistan. E slitta la consegna di armi Usa a Taiwan- Corriere.it

Il New York Times: le forze ucraine usano in un giorno le munizioni che bastavano per un mese in Afghanistan. E il Wall Street Journal: «Gli Usa hanno accumulato un arretrato di quasi 19 miliardi di dollari in armamenti destinati a Taiwan»

DALLA NOSTRA CORRISPONDENTE
NEW YORK —
Le massicce forniture di armamenti degli Stati Uniti all’Ucraina complicano il tentativo di Washington di assistere militarmente Taiwan
, in un momento di forti tensioni con la Cina. Lo scrive il Wall Street Journal, che evidenzia come gli Stati Uniti abbiano accumulato un arretrato di quasi 19 miliardi di dollari in armamenti destinati all’isola (di cui fanno parte anche lanciamissili anticarro Javelin e missili terra-aria Stinger).

Queste armi fanno parte della cosiddetta strategia del porcospino in caso di invasione da parte di Pechino. Oltre che da alcuni membri del Congresso Usa, anche da Taipei è giunta un certa preoccupazione per i ritardi. «Taiwan vorrebbe richiedere che le armi vendute dagli Stati Uniti siano recapitate nei tempi previsti», ha detto il mese scorso il generale Wang Shin-lung, viceministro per gli armamenti.

Washington ha approvato la vendita di circa 30 miliardi di dollari di armi a Taiwan a partire dal 2009 (18 miliardi dei quali negli ultimi cinque anni). Alcuni…