un disastro ecologico con decine di migliaia di vittime

 

Nell’anniversario del tragico evento vogliamo proporvi questo articolo che parla del disastro di Bophal, una tragedia enorme causata dalla superficialità nelle misure di sicurezza industriale che non de ve essere dimenticato. 

La notte fra il 2 e il 3  dicembre 1984, l’isocianato di metile (MIC) fuoriuscito dalla fabbrica di pesticidi della Union Carbide India Ltd (UCIL) trasformò la città di Bhopal in una colossale camera a gas. Fu il primo grande disastro industriale dell’India. Almeno 30 tonnellate di gas isocianato di metile uccisero più di 15.000 persone e colpirono oltre 600.000 lavoratori. La tragedia del gas di Bhopal è nota come il peggior disastro industriale del mondo.

Campanello d’allarme prima della tragedia

Nel 1969, la fabbrica UCIL era stata costruita per produrre Sevin (un pesticida) utilizzando l’isocianato di metile come intermedio. Nel 1976, i sindacati di Bhopal denunciarono l’inquinamento dell’impianto. Qualche anno dopo, un operaio inalò accidentalmente una grande quantità di gas fosgene tossico, che lo portò alla morte un paio d’ore dopo. Osservando gli eventi, un giornalista iniziò a indagare sull’impianto e pubblicò le sue scoperte anche sul giornale locale di Bhopal, affermando: “Svegliatevi gente di…