Umberto Smaila/ “Abatantuono era il nostro autista, ma non aveva la patente”

Umberto Smaila a tutto tondo ai microfoni di Oggi è un altro giorno. Il celebre artista ha esordito ricordando un episodio avvenuto a New York, con protagonisti Jennifer Lopez e Puff Daddy, ma non solo: «Eravamo in un locale dove vado sempre, c’erano Jennifer Lopez e Puff Daddy, all’epoca erano fidanzati. Lei aveva questo lato B molto importante (ride, ndr), Puff Daddy mi diede una pacca sulla spalla mentre cantavo a cappella la Turandot, poi ho iniziato a cantare i Rolling Stones. C’era anche un ex agente del Mossad».

Umberto Smaila ha poi ripercorso i suoi inizi nel mondo dello spettacolo, primi passi mossi già da bambino: «Io facevo spettacolo già da bambino, a scuola. Avevo la predisposizione per la recitazione, i miei genitori mi iscrissero a un corso di dizione e di recitazione, oltre a un corso di pianoforte. La mia maestra di pianoforte era allieva di Michelangeli, un grande pianista. Poi sono andata avanti con la musica classica, che poi ho dovuto abbandonare per dedicarmi al pop».

UMBERTO SMAILA: “COLPO GROSSO PROGRAMMA DI ROTTURA”

Parlando del successo de “I gatti…