Ucraina, “blitz dietro le linee ad altissimo rischio” – Libero Quotidiano

Daniele Dell’Orco

Quello che l’esercito ucraino ha trovato nei territori sottratti ai russi nella regione di Kharkiv è un tesoro più prezioso delle uova di Fabergé: la Santa Barbara di Mosca. Specie dopo la caduta di Izyum, i soldati di Kiev hanno recuperato carri armati, obici e veicoli da combattimento abbandonati che sono stati rapidamente ripuliti dai loro contrassegni tattici Z e V, ridipinti con croci ucraine e schierati contro i “legittimi proprietari”.

 

Insieme alle armi trofeo rastrellate durante la ritirata dei russi da Kiev e da altre regioni dell’Ucraina settentrionale in aprile, questi recenti guadagni hanno trasformato la Russia nell’involontario maggior fornitore d’armi pesanti di Kiev, addirittura più degli Stati Uniti.

Secondo Oryx, una società di consulenza di intelligence open-source, l’Ucraina ha catturato 460 carri armati, 92 obici semoventi, 448 veicoli da combattimento per la fanteria, 195 veicoli corazzati e 44 sistemi missilistici a lancio multiplo. Il numero reale è probabilmente più alto, poiché non tutti i pezzi di equipaggiamento vengono filmati e molti altri non vengono riutilizzati se ritenuti troppo danneggiati o…