Ucciso al lido a colpi di pistola. Paura per i turisti in spiaggia- Corriere.it

di Luca Pernice

Assassinato il pregiudicato Maurizio Cologno all’ingresso del parcheggio di uno stabilimento balneare. Una residente: «Non si può più vivere così, potevano esserci anche dei bambini»

Foggia — «Ho sentito dei rumori, come spari di una pistola. Ma non ci ho dato peso, con tutto il casino della spiaggia. Poi ho visto gente che andava verso il parcheggio. Ci sono andato anche io e ho visto il lenzuolo bianco che copriva il corpo». Un bagnante, scosso, racconta l’omicido di Maurizio Cologno, 52 anni di San Severo, pregiudicato. Il delitto a Marina di Lesina, all’ingresso del parcheggio dello stabilimento balneare «Holiday», a poco meno di duecento metri dalla spiaggia che, nonostante il tempo incerto, era affollata di bagnanti e di bambini che giocavano.

Un’esecuzione, che ha spaventato bagnanti e residenti: «Ho sentito — racconta una signora che abita di fronte al parcheggio — una prima esplosione di colpi d’arma da fuoco. Poi una pausa e quindi altre esplosioni. Quando siamo scesi ci hanno detto che era stato ucciso un uomo. Assassinato davanti al parcheggio del lido. Non è possibile. Potevano esserci anche dei bambini. Non si può vivere in questo modo». «Abbiamo sentito le urla — racconta il titolare del lido, Antonio…