uccisi cinque funzionari filorussi- Corriere.it

di Viviana Mazza

Le vittime a Kherson, Lugansk e Berdyansk: due erano marito e moglie, morti in un’esplosione

DALLA NOSTRA INVIATA
KIEV –
Marito e moglie, Oleh e Lyudmila Boyko, uccisi ieri in un’esplosione a Berdyansk, nella regione occupata di Zaporizhzhia, erano il vicesindaco per gli alloggi e i servizi pubblici e la responsabile della commissione per l’organizzazione dei referendum per l’annessione alla Russia.

Sono due dei cinque collaborazionisti filorussi uccisi nello stesso giorno in tre luoghi diversi dell’Ucraina. Un’altra esplosione in pieno giorno in un ufficio amministrativo di Kherson, nel Sud, stata ripresa in video e confermata dai media di Mosca. Sono sopravvissute due funzionarie installate dai russi, Ekaterina Gubareva, che era ex ministra degli Esteri dei separatisti del Donetsk e ora vicecapo dell’amministrazione di Kherson, e Alla Barkhatnova, titolare del dipartimento del Lavoro, mentre rimasto ucciso l’autista. Il terzo caso, nel Donbass occupato, quello del procuratore generale Sergei Gorenko e della sua vice, saltati in aria con un ordigno esplosivo nel loro ufficio al terzo piano del tribunale di Lugansk. L’Ucraina non ha rivendicato n negato di avere un ruolo negli attacchi di Berdyansk e Kherson, ma il portavoce del…