Turismo, Garavaglia vuole riaprire per Pasqua e chiede velocità con i ristori

immagine da pixabay

Il ministro leghista del Turismo Garavaglia chiede di riaprire in sicurezza, “senza fare guai”. Chiede massima velocità nell’elargizione dei ristori e vaccini per gli operatori turistici

Non perde tempo, Massimo Garavaglia, neo-Ministro leghista del Turismo. Il nuovo DPCM emanato dal Governo impone restrizioni e chiusure dal 6 Marzo al 6 Aprile, Pasqua compresa, con lo stop a numerose attività turistiche e ristorative. Per il settore sciistico è la fine di ogni speranza, ma sono molte altre le categorie che verranno penalizzate. Ma non la pensa così Garavaglia: “Si apre a Pasqua se ci sono le condizioni per farlo in sicurezza. C’è una discussione aperta sul passaporto sanitario, ma ci vogliono soluzioni comuni in Europa. Le vaccinazioni devono accelerare. Abbiamo perso mesi ed è difficile recuperare” ha dichiarato a Radio 24.

Chiusure e riaperture sono proprio il terreno di scontro in seno al Governo in questo momento. Con il turismo al centro dello scontro. Da una parte c’è la linea più oltranzista, formata dal Ministro della Salute Speranza, con Cts, ISS e tutta la compagine del precedente Governo, dall’altra invece la linea più aperturista. Linea a cui aderiscono le new entry…