Tunisi, via alla Mostra del cinema “queer” in un paese dove l’omosessualità è reato

TUNISI – La serata inaugurale del Festival del Cinema Queer di Tunisi si terrà giovedì sera al Rio, sala storica in pieno centro: una facciata art déco concepita negli anni Venti del secolo scorso da Francesco Marcenaro, architetto italiano che allora imperversava in città. Si trova subito dietro al mastodontico edificio del ministero degli Interni, da cui dipende quella polizia che a più riprese interviene contro i gay tunisini, in un Paese in cui l’omosessualità è ancora penalmente punita.