Trump si ricandida per fermare i giudici. La Casa Bianca: lo sfidiamo su Twitter

NEW YORK – Il “Trump Project” è partito. Non la ridiscesa in campo, annunciata martedì dall’ex presidente, che dal palco di Mar-a-Lago ha esaltato i suoi anni alla Casa Bianca, “epoca d’oro d’America” in cui tutti erano felici, “afroamericani, asiatici, latini” – con buona pace delle proteste che sconvolsero il Paese dopo la morte di George Floyd -, sostenendo di aver fatto “i più grandi tagli alle tasse della Storia” (ma il primato è di Reagan, nota il New York Times) e accusando Biden di aver “rinunciato all’indipendenza energetica” che non c’è mai stata.

Macché: