TRIESTE SCIENCE+FICTION FESTIVAL 2020/ Il viaggio tra film e serie di fantascienza

La fantascienza è il neorealismo del futuro, scrivevano alcuni critici dei Cahiers du cinéma all’inizio degli anni Sessanta, in piena era atomica e all’inizio dell’era spaziale. Si tratta di un’affermazione profetica visto che oggi la fantascienza è diventata veramente realtà. Viviamo in una pandemia mondiale, parliamo con intelligenze artificiali, siamo censurati da algoritmi, la crisi climatica incombe e, persino, gli Emirati Arabi Uniti lanciano satelliti nello spazio mentre la Cina progetta la conquista di Marte. Per questo il Trieste Science+Fiction Festival è così importante fornendoci delle chiavi originali e concrete per leggere una realtà che la fantascienza ormai non si limita a immaginare ma documenta.

La ventesima edizione del festival doveva svolgersi nelle sale del cinema Ariston e del teatro Miela. Il decreto che ha chiuso cinema e teatri ne avrebbe impedito lo svolgimento, se non fosse già stata prevista e organizzata, in questo anno così speciale, anche un’edizione online. Per questo il festival sarà completamente in streaming durante sei giorni intensi, dal 29 ottobre al 3 novembre, e, al costo di un biglietto di cinema, tramite la piattaforma Mymovies.it, non solo i triestini o chi si può permettere le spese di…