Treno deragliato, “errore umano ma anche problema elettrico”


Non solo “un errore umano” ma anche “un problema tecnico“. E questa la combinazione che potrebbe aver portato all’incidente ferroviario in cui giovedì scorso hanno perso la vita Giuseppe Cicciù, 51 anni, e Mario Dicuonzo, 59, macchinista e addetto dello Ferrovie dello Stato che viaggiavano sul Frecciarossa, partito da Milano e diretto a Salerno. Elementi che emergono, sempre più nitidi, dagli accertamenti che proseguono da parte della procura di Lodi che indaga per disastro ferroviario colposo, omicidio colposo e lesioni multiple per il deragliamento, avvenuto tra i comuni di Ospedaletto Lodigiano e Livraga. 


Al momento sono cinque gli operai Rfi indagati, si tratta della squadra che stava facendo dei lavori di manutenzione su uno scambio fino a un’ora prima del passaggio del treno. Indagata anche la società per la legge 231 per la responsabilità amministrativa degli enti. Gli…