Tratta di esseri umani: a Palermo arrestati membri appartenenti a un clan nigeriano

Carabinieri polizia forze dell’ordine photocredit pixabay

Gli agenti della Polizia di Stato hanno eseguito un’ordinanza cautelare in carcere per quattro nigeriani, accusati a vario titolo di delitti quali tratta di persone, riduzione in schiavitù, sequestro di persona, sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Tutte le persone risultano appartenenti all’associazione di tipo mafioso denominata Black Axe.

L’operazione della Polizia, è nata dalle indagini condotte dalla sezione Criminalità straniera e prostituzione della Squadra mobile di Palermo, ed è nata dalla denuncia di una ragazza nigeriana, accompagnata da un pastore pentecostale connazionale.

La giovane si era rivolta al pastore per avere aiuto e trovare rifugio dai suoi aguzzini.

La giovane ha raccontato delle violenze subite nel suo paese d’origine, violenze perpetrate ad opera di persone appartenenti ad un’organizzazione segreta ‘cultista’, raccontando anche delle modalità con cui era riuscita a giungere clandestinamente in Italia, per poi essere destinata alla prostituzione.

Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l’arte.
Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.