“Trasmesso fascicolo per omicidio colposo”

News

Indagini sulla morte di Michele Merlo, svolta nell’inchiesta: cosa è trapelato dal lavoro degli inquirenti

Sulle condizioni di salute di Michele Merlo si poteva fare qualcosa di più: è quanto emerge dall’inchiesta aperta dagli inquirenti sulla scomparsa dell’ex allievo di Amici di Maria De Filippi. Ne dà notizia il Corriere della Sera che spiega che le indagini, al momento, scagionano totalmente da ogni responsabilità i medici del Pronto soccorso di Vergato (Bologna), vale a dire coloro che ricevettero il giovane il 2 giugno, e quelli dell’ospedale Maggiore di Bologna. Nel nosocomio era giunto in ambulanza, proprio da Vergato. Pochi giorni dopo, il 6 giugno, moriva, stroncato da un’ischemia cerebrale provocata da una leucemia fulminante. Prima però di arrivare all’ospedale di Bologna, Merlo aveva chiesto aiuto ad altri sanitari. E, sempre secondo le indagini, questi avrebbero potuto trattare la sua situazione in modo differente.

La Procura di Bologna, dopo la morte di Mike Bird (nome d’arte di Merlo), ha delegato l’autopsia sul 28enne di Rosà e una serie di accertamenti ai carabinieri del Nas. Da quanto ricostruito, i medici di Vergato e Bologna, per le precarie condizioni di salute del cantante non…