Tour de France 2022, Vingegaard vince la 18ª tappa e ipoteca la corsa. Pogacar cade, la maglia gialla lo aspetta e lo aiuta- Corriere.it

di Marco Bonarrigo

L’ultima tappa di montagna consolida il primato del danese Pogacar ora staccato di 3’25”. Grande gesto di fair play del danese

A tre tappe dalla conclusione a Parigi, il 109 Tour de France finito. Salvo improbabili cadute di meteoriti sulla corsa, Jonas Vingegaard, 25 anni, danese, ha conquistato la Grande Boucle dopo aver vinto sulla vetta dell’Hautacam un’ultima frazione di montagna di straordinaria bellezza. Tadej Pogacar, il Marziano sloveno, non solo non riuscito a recuperare i 2’22” che lo separavano dal rivale ma ha perso un altro 1’04”, cedendo di colpo a 4.400 metri dal traguardo. Poga come sempre le aveva provate tutte, con una decina di scatti a ripetizione e rischiando anche grosso sulla discesa del Col de Spandelles dov’ finito a terra in una curva a sinistra: ripresosi subito, stato aspettato dalla maglia gialla (che a sua volta aveva rischiato moltissimo) a cui ha regalato una stretta di mano. Un gesto di straordinario fairplay.

Decisivo nella vittoria di Vingegaard l’apporto di una Jumbo-Visma sensazionale. Trainato prima dall’americano Kus, scalatore puro, nel finale Jonas stato atteso dalla maglia verde Wout Van Aert, disumano su un terreno non suo. Staccato di quasi tre minuti, l’inglese Geraint Thomas…