Totoministri, la squadra di governo di Meloni- Corriere.it

di Tommaso Labate

Crosetto in prima fila, Donzelli potrebbe guidare i parlamentari eletti alla Camera. Viminale, spunta l’idea del prefetto di Salvini. E per la «quota alleati» in lizza Bongiorno, Tajani e Giorgetti

Tra le decine di cose che le passavano per la testa nel momento in cui l’altra notte citava la parola «responsabilità», nel suo unico discorso dopo le elezioni di domenica, la più urgente, per Giorgia Meloni, riguarda la composizione del mosaico del governo che verrà. «Responsabilità», ovviamente, nel rapporto col Quirinale.

«Responsabilità» nei rapporti con l’esecutivo uscente e con Mario Draghi. «Responsabilità» nel dialogo con l’Unione europea. «Responsabilità», di nuovo, nella gestione dei rapporti con Lega e Forza Italia, resi dal gap elettorale più semplici per un verso ma molto più complicati per un altro.

E così, quando nella sua cerchia ristretta s’è iniziata a fare largo la «questione Salvini», relativa alla voglia mai nascosta del segretario della Lega di tornare al Viminale, contemporaneamente s’è avanzata anche una possibile soluzione. La somma di tutte le «responsabilità» sembra aver definitivamente sbarrato la strada del ritorno del leader leghista al ministero…