toccati i massimi dal 2013- Corriere.it

Continua la corsa dei rendimenti dei Btp che dopo il rialzo dei tassi di riferimento di 75 centesimi di punto deciso lo scorso settembre dalla Bce tendono a posizionarsi in linea con i nuovi rialzi previsti peri prossimi mesi. questo uno dei motivi principali che hanno spinto il rendimento di mercato dei Btp decennali verso un nuovo picco del 4,21% (con un aumento in un colpo solo di ben 13 centesimi rispetto alla seduta precedente), vale a dire a un livello che non era stato mai pi toccato dal 2013.

La febbre delle obbligazioni

Si tratta di un rialzo che non dovuto tanto a un’impennata dello spread tra il Btp e il Bund decennale, rimasto sostanzialmente stabile sui livelli della vigilia (scendendo anzi di un punto base a quota di 225 punti), quanto al contemporaneo innalzamento di tutte le soglie dei rendimento delle obbligazioni governative sia di area euro che riferite al dollaro statunitense. Clicca qui e consulta l’andamento dello spread tra Btp e Bund in tempo reale.
In parallelo al rialzo dei Btp, infatti anche i Bund decennali tedeschi hanno registrato un nuovo picco, arrivando a toccare un picco che sfiora il 2%, arrestandosi a quota 1,94%. A inizio agosto di quest’anno il rendimento dei Bund risultava inferiore allo 0,8%.