thriller paranoico di Romero- Corriere.it

di Filippo Mazzarella

In tempi di (post?) pandemia, questo film dimenticato ancora sorprendentemente attuale

Evans City, Pennsylvania. Dopo che un uomo ha inspiegabilmente ucciso la moglie e dato fuoco alla sua casa, i pompieri veterani della guerra in Vietnam Clank (Harold Wayne Jones) e David (Will McMillan) intervengono in loco mentre la fidanzata incinta del secondo, l’infermiera Judy (Lane Carroll), presta soccorso nello studio del dottor Brookmyre (Will Disney) ai due figli ustionati dell’uxoricida. Di l a poco, un commando militare guidato dal maggiore Ryder (Harry Spillman) prende possesso dello studio di Brookmyre per fronteggiare quella che si rivela essere una straordinaria emergenza: qualche giorno prima, infatti, un aereo dell’esercito che trasportava l’arma biologica dal nome in codice “Trixie” si era schiantato nelle vicinanze della cittadina; e a causa del riversarsi nella rete idrica del contagiosissimo virus, molti abitanti del luogo sono stati colpiti da morte immediata o follia isterica e omicida.

Per contenere gli effetti dell’epidemia, il governo invia sul posto anche il colonnello Peckem (Lloyd Hollar) e il dottor Watts (Richard France), creatore dell’agente patogeno; ma anche bombardieri nucleari con l’ordine, se necessario,…