«The Voice Senior» e quelle canzoni come un lungo rimpianto- Corriere.it

di Aldo Grasso

I cantanti che si esibiscono devono avere due caratteristiche: aver gi cantato in pubblico, e dunque vivere il programma come un’ultima chance, e avere una storia da raccontare

Abbiamo tutti diritto a una seconda ragione di vita, specie a una certa et (non pi terza, ma seconda): una seconda giovinezza, una seconda opportunit, una seconda voce, anche una seconda mano. The Voice Senior il trionfo della secondit. Il talent di Rai1 sembra tarato con precisione chirurgica sul pubblico della rete e come uno specchio promuove a target del gioco gli over 60, predilige canzoni del passato, non nasconde le rughe. La seconda edizione di The Voice Senior viaggia spedita, con la sicurezza di chi conosce la strada, guidata dalle premure di Antonella Clerici (a volte si rivolge al pubblico quasi scandendo le parole, come quando ci si rivolge a uno un po’ duro d’orecchi) e da una da una giuria che pi popolare non si pu: Orietta Berti, Gigi D’Alessio, Loredana Bert, Clementino (quota pop). I cantanti che si esibiscono sono stati scelti con molta cura. Possibilmente devono avere due caratteristiche: aver gi cantato in pubblico, e vivere dunque il programma come una seconda, ultima chance, e avere una storia da raccontare.