«Tentativi anomali di accesso»- Corriere.it

di Gian Guido Vecchi

Bloccati dal primo pomeriggio il sito ufficiale e le pagine web che hanno i server Oltretevere. Nessuna rivendicazione, sospetti su cyber-criminali russi dopo le critiche di Mosca al Papa

CITTÀ DEL VATICANO Dalle 15 di questo pomeriggio sono spariti dalla Rete il sito internet ufficiale della Santa Sede, vatican.va, e tutte le pagine web che hanno i loro server in Vaticano, dai Musei ai Dicasteri, mentre il portale informativo vaticannews.va ha ripreso poco dopo le 16. All’inizio Oltretevere avevano parlato di semplice «manutenzione», in realtà si è fatto poi sapere che «sono in corso accertamenti tecnici per via di tentativi anomali di accesso al sito». In Vaticano non si parla di «attacco hacker» ma tutto lascia pensare si tratti di questo.

I tentativi anomali proverrebbero da più Paesi, nessuno Oltretevere ne indica ufficialmente la provenienza, del resto per le verifiche tecniche occorrerà tempo, e finora non ci sono state rivendicazioni di sorta. Le modalità, i precedenti e le circostanze recenti fanno pensare a un attacco di cyber-criminali russi. Il 23 novembre, un attacco di hacker russi ha colpito il Parlamento europeo, poche ore dopo l’approvazione di una risoluzione che definiva la Russia «Stato sponsor del…