Taiwan vara una nuova nave da assalto anfibia in preparazione del possibile confronto con la Cina

 

La Marina di Taiwan ha preso in consegna venerdì una nave anfibia da sbarco che può essere utilizzata per sbarcare truppe e rafforzare le linee di rifornimento alle isole vulnerabili vicine alla cosat della Cina popolare. Un importante miglioramento delle capacità di difesa di Taipei.
La nave, costruita nei cantieri nazionali, fa parte della politica di autosufficienza della difesa del Presidente Tsai Ing-wen.
La Yushan, che pesa 10.600 tonnellate e prende il nome dalla montagna più alta di Taiwan, è l’ultima novità dell’ambizioso programma di Tsai per modernizzare le forze armate, in un contesto di crescente pressione da parte della Cina continentale, che rivendica l’isola come propria.
Parlando alla cerimonia di consegna nella città portuale meridionale di Kaohsiung, Tsai ha detto che la nave militare è una testimonianza degli sforzi di Taiwan per incrementare la produzione di navi da guerra proprie e raggiungere l’obiettivo dell’”autonomia della difesa nazionale”.

“Quando si tratta di minacce militari della Cina, solo rafforzando le nostre capacità di autodifesa si potrà avere una vera pace”, ha dichiarato.
“È nostra costante politica e determinazione implementare l’autonomia…