taglio Iva e oneri di sistema, cosa ci sarà nel decreto- Corriere.it

Rinnovo delle aste delle CO2 e riduzione degli oneri di sistema attraverso la cartolarizzazione di una parte di essi, e cos recuperare rispettivamente un miliardo e mezzo di euro e 2,5 miliardi. Il Consiglio dei Ministri del 21 gennaio punta a varare un intervento per calmierare i prezzi dell’energia che stanno portando al caro bollette. Si parla dunque di una misura dal valore di 4 miliardi senza fare scostamenti del deficit. Per potenziare gli interventi contro il caro-gas e rispondere al grido di allarme di famiglie e imprese, il Consiglio dei ministri potrebbe scegliere un doppio binario e affiancare alla sterilizzazione degli oneri di sistema anche il taglio all’Iva per imprese e famiglie.

Un provvedimento ad hoc

Come detto, le nuove misure per affrontare il caro-bollette potrebbero venire finanziate dagli incassi delle aste per le emissioni di Co2 e dalla cartolarizzazione degli oneri di sistema (in alternativa a quest’ultima si potrebbe ricorrere all’utilizzo di extragettito delle accise sui carburanti). Limitarsi alle sole aste non basterebbe per fronteggiare l’emergenza, anche se il provvedimento potrebbe entrare cos nel dl sostegni-ter, il pacchetto completo invece avr bisogno di un provvedimento specifico.


Ipotesi tetto Isee

Tra le ipotesi messe sul…