Tagliando antifrode sulle schede elettorali: come funziona

Quello che si vuole evitare è la sostituzione della scheda elettorale. Parliamo del tagliando antifrode sulle schede elettorali che saranno presenti anche durante le elezioni di oggi. Il sistema, che punta a minare la pratica delle sostituzioni, è in vigore dal 2018 e anche per questa mandata è stato confermato dal Ministero degli Interni. C’è da dire tuttavia che non tutti però sono entusiasti di questa decisione, visto che la presenza del tagliando antifrode potrebbe rallentare le operazioni di voto creando delle code.

Soprattuto se l’affluenza ai seggi dovesse essere particolarmente alta. Ma come funziona questa sistema nato per contrastare i brogli? In pratica si tratta di un adesivo di forma rettangolare con stampato un codice alfanumerico univoco apposto su ogni scheda elettorale. Dopo il voto, il tagliando viene rimosso e conservato dagli scrutatori del seggio elettorale prima che la scheda venga inserita nell’urna.

Leggi anche: Meteo, l’Italia piomba nel ‘gelo’: temperature in picchiata, nubifragi ed “eventi estremi”. Le zone colpite

Tagliando antifrode sulle schede elettorali: come funziona

Ora, bisogna tenere a mente che i codici sul tagliando antifrode sono sequenziali; questo rende possibile verificare che non ci siano state alterazioni o…