Svezia e Finlandia nella Nato, la Turchia frena: «Vogliamo garanzie»- Corriere.it

di Paolo Valentino

Nato, richiesta formale di adesione da parte di Helsinki, a Stoccolma storico s dei socialdemocratici. La Turchia mostra le foto di terroristi curdi nei due Paesi e chiede lo stop all’embargo sulle armi

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
BERLINO – Con la solita verve, Jean Asselborn, ministro degli Esteri lussemburghese, a riassumere il senso della giornata: La politica ogni tanto anche teatrale e ogni tanto come un bazar, si negozia fino all’ultimo. Ma alla fine si trova un accordo. Lo spettro di un veto turco sull’adesione di Finlandia e Svezia alla Nato aleggia sul vertice berlinese dei ministri degli Esteri atlantici, ma i capi delle diplomazie lasciano la capitale tedesca con la robusta percezione che quella di Ankara non sia un’opposizione di principio. Il problema per esiste e il ministro turco Mevlut Cavusoglu lo ha posto nero su bianco sabato sera ai suoi omologhi finlandese e svedese.

L’embargo

Non stiamo cercando di trarre qualche vantaggio, la nostra posizione chiara, abbiamo bisogno di garanzie di sicurezza, ha detto l’inviato di Erdogan al termine del summit Nato. La Turchia chiede che Finlandia e Svezia smettano di sostenere e ospitare sul loro territorio le organizzazioni curde (che Ankara considera terroristiche) e cessino…