Superbonus villette, come si ottiene l’incentivo al 90% con il quoziente familiare

Cosa cambia per condomini e villette

Dal 2023 il Superbonus rivisto dal governo Meloni sar al 90%. Nel decreto Aiuti quater stata infatti introdotta la rimodulazione per le spese che verranno sostenute il prossimo anno dai condomni. Per chi proprietario di una villetta, invece, la condizione che si tratti di prima casa e che il reddito del proprietario stesso non raggiunga superi la soglia dei 15 mila euro l’anno. Ma questa soglia il frutto di un calcolo nel quale pesa il “quoziente familiare”, un sistema per tassare i cittadini tenendo conto del carico familiare e quindi dei figli, come aveva spiegato al Corriere Alessandro Santoro, docente di Scienza delle Finanze all’universit Bicocca di Milano ed ex consigliere del Mef (con il governo Draghi). Prendiamo un single che guadagna 60 mila euro lordi l’anno e un coetaneo con moglie e due figli con la stessa retribuzione: se il fisco li tassa allo stesso modo, non tenendo conto dei carichi familiari, in qualche modo opera una discriminazione. Ed questo che il quoziente familiare vuole evitare. Spiegato sommariamente cos’ il quoziente familiare, vediamo come funziona applicato al Superbonus.