Superbonus, al via le prove video per i lavori ma i tecnici protestano: «Non siamo youtuber»- Corriere.it

Video dei lavori fatti e foto certificate. La lotta alle frodi nel campo dei bonus edilizi si arricchisce di un nuovo elemento, con tanto di codazzo di ormai consuete polemiche. Banche e altri intermediari, terrorizzati di incappare in qualche frode nella cessione dei crediti, ora chiedono ai clienti di portare, a supporto delle loro pratiche, anche prove video o fotografiche certificate sulla reale consistenza dei lavori eseguiti. Cos, dopo che l’emendamento al dl Aiuti Bis ha riscritto la contestata norma sul Superbonus restringendo la responsabilit in solido delle imprese nella cessione dei crediti edilizi solo in presenza di concorso nella violazione nei casi di dolo e colpa grave, il sistema ora si dota del digitale come arma anti furbetti.

Come funziona il video-controllo

Alcune societ si sono gi attrezzate per fornire questo servizio: con una videocall, tramite connessione remota, basta una persona che entra in cantiere e documenta attraverso il cellulare lo stato dei lavori. Da parte sua, la societ geolocalizza l’immobile per essere certi che sia quello oggetto della richiesta per l’agevolazione e certifica la documentazione con tecnologia blockchain. Da alcune settimane nei cantieri c’ nervosismo per questa novit. E c’ chi si appella gi al diritto alla…