sul set mi ispiro al nonno Jean-Paul- Corriere.it

di Valerio Cappelli

Nel cast del thriller di Alessio Della Valle (nelle sale dal 19 maggio), Annabelle viene dalla moda. Ma sogna di recitare per Garrone e Sorrentino

Annabelle Belmondo porta il suo cognome ingombrante con grande gioia. in American Night, il noir pop di Alessio Della Valle ambientato nel mondo dell’arte (nelle sale dal 19). Grande cast, Emile Hirsch, Paz Vega e Jonathan Rhys Meyers, l’ombroso mercante d’arte che inciamper in Annabelle. Viene dalla moda. Poi ho avuto desiderio di far conoscere la mia personalit un po’ di pi, al di l del fisico. Sono stata influenzata e ispirata da mio nonno.

Jean-Paul Belmondo: Saint Tropez, gli amori, le discoteche, le auto sportive, i sigari, le scazzottate, gli abiti gessati: Beh s, una vita spericolata. Avrei adorato vivere quell’epoca, che non esiste pi. Emanava un’energia frenetica che coinvolgeva chiunque. In genere si pensa al passato come un sogno: quello lo stato veramente. Da bambina mi fece fare la comparsa in un suo film. stato un secondo padre (con Chris Waters, padre biologico, non ha rapporti e non ne parla, ndr). Vivevamo due mesi l’anno insieme, abbiamo abitato nello stesso palazzo, lui era proprietario di tre piani su cinque.

Un ricordo? Una sera doveva uscire con i miei genitori,…