«Sul Quirinale aperti al confronto, nessuno può vantare un diritto di prelazione»- Corriere.it

Pd, Movimento 5 Stelle e Leu provano a rispondere con una voce sola alla scelta di centrodestra di candidare Berlusconi presidente della Repubblica

Il segretario del Pd Enrico Letta
e il ministro della Salute Roberto Speranza
(Leu) sono arrivati all’abitazione romana di Giuseppe Conte
, presidente del Movimento 5 Stelle, per il vertice sul Quirinale. Il centrosinistra prova a rispondere con una voce sola alla scelta del centrodestra di candidare Silvio Berlusconi: il veto alla corsa del Cavaliere, finora, è l’unico punto fermo messo dai tre leader.

(Il Corriere ha una newsletter dedicata all’elezione del nuovo presidente della Repubblica. Si chiama Diario Politico, è gratis, e per iscriversi basta andare qui
)

Sul vertice romano, intanto, pesa per il Movimento 5 Stelle — già diviso al suo interno proprio sul candidato per il Quirinale — la notizia di Beppe Grillo indagato per traffico di influenze illecite sul caso Moby. Letta e Conte hanno aperto nei giorni scorsi al dialogo con il centrodestra «su nomi di alto profilo». «A noi non interessa chi farà il kingmaker del centrodestra — ha detto il segretario del Pd —. Se c’è un’opzione che va oltre Berlusconi per noi va bene, purché sia di alto profilo e sul solco del dialogo e della…