subito un candidato forte- Corriere.it

di

Letta attacca il centrodestra: «Berlusconi è un vicolo cieco». Gli ex M5S scelgono il giurista Maddalena

Il bivio e l’attesa. Pd e Cinque Stelle si confrontano ma, soprattutto, in queste ore aspettano. Vogliono capire se nei giorni che separano i partiti dalla prima votazione per il Quirinale il centrodestra si manterrà compatto sul nome di Silvio Berlusconi o se prenderà strade alternative che potrebbero riaprire il dialogo. È questo il bivio, la scelta che conduce a strategie diverse a secondo delle posizioni di Lega, FdI e Forza Italia.

Le forze del centrosinistra, per ora, ipotizzano cosa fare nel caso la candidatura di Berlusconi rimanga sul tavolo. Si è valutata l’idea di votare scheda bianca, di uscire alle prime tre votazioni — assicurano fonti parlamentari —, ma alla fine la strada che sta prevalendo è un’altra: quella di opporre una candidatura forte da subito. Giuseppe Conte ne ha parlato chiaramente ai suoi fedelissimi. «Non possiamo permetterci di perdere nemmeno un giorno nell’azione del governo: c’è il picco della pandemia sanitaria e c’è una pandemia energetica ed economica a carico di imprese e famiglie, con bollette da capogiro e prezzi al rialzo per i beni di maggior consumo», ha argomentato il presidente M5S. Per…