«Stop ai voli a 9,99 euro». È finita l’era low cost?- Corriere.it

di Leonard Berberi

In vent’anni milioni di passeggeri hanno scoperto l’aereo e l’Europa. L’esperto: «Gli aumenti oggi sono inevitabili, le tariffe bassissime sono marketing»

Avete presente i voli a meno di un euro o quelli a 4,99 o 9,99? Ecco, scordateveli. Parola — per la seconda volta in meno di un mese — di Michael O’Leary, numero uno del gruppo Ryanair e «padre» di quel modello low cost che ha fatto scoprire l’Europa a decine di milioni di cittadini portandoli persino in Paesi mai considerati, attraverso aeroporti che più di qualcuno faceva (e fa) persino fatica a collocare su una cartina, imbarcandoli su aerei a orari estremi (alle 5 del mattino o a mezzanotte), facendo loro pagare ogni tipo di servizio oltre al semplice sedile, anzi no, facendo pagare pure il posto a seconda di quanti centimetri in più per le gambe offre la fila. Per non parlare del bagaglio con tanto di controlli al gate sulle misure, sul peso e poi, dopo qualche anno, basta: si sale con il trolley in cabina solo spendendo di più.

Le dichiarazioni

Ecco, nel mezzo della ripresa del traffico aereo dopo la pandemia e con il caos dei cieli europei che ancora prosegue da alcune parti, O’Leary — capace anche di far discutere per la sua nota schiettezza — spegne ogni…