Statico o ventilato, ora non possiamo più sbagliare: il forno senza segreti

Differenze di temperatura e di tempi, perché il forno statico e il forno ventilato non sono esattamente la stessa cosa: ecco come muoversi

Lo troviamo scritto in molte ricette e forse non ci facciamo nemmeno più caso. Se usiamo il forno statico, la temperatura è tot. Se usiamo il forno ventilato invece deve essere tot. Bene, ma normalmente in una casa c’è solo un tipo di forno e quindi l’unica soluzione è adattarsi.
In realtà però la differenza esiste: alcuni cibi hanno bisogno del forno statico, altri del forno ventilato e non è la stessa cosa. Come scegliere quindi quello giusto per avere un risultato ottimale? Basta conoscere i trucchi giusti e seguire i consigli più utili.

foto Chedonna

Partiamo dalle differenze tra le due tipologie di forno. Quello statico cuoce il cibo grazie al riscaldamento delle resistenze interne, il forno ventilato invece spande il calore in modo uniforme attraverso una ventola e non è una differenza da poco.
Il forno statico ha quindi come caratteristica quella di propagare il calore in modo graduale e delicato. Per questo in gene (ma poi andremo nello specifico) è consigliato quando prepariamo prodotti da forno che necessitano di una buona lievitazione restando asciutti fuori ma perfettamente cotti all’interno.
Al contrario, il…