Stati Uniti, vuole dare fuoco a un ragno ma brucia un kmq di collina

Cory Allan Martin, ventiseienne dello Utah, nel tentativo di dare fuoco a un ragno con un accendino durante un’escursione, ha scatenato un incendio che ha consumato un chilometro quadrato di terreno collinare a Sud di Salt Lake City. Lo riporta l’Associated Press. Martin è stato arrestato e ha ammesso di essere responsabile del rogo ma, sottolinea la polizia, non è riuscito a spiegare perchè volesse bruciare l’aracnide. “Non sappiamo cosa lo abbia spinto a fermarsi, notare un ragno e decidere di provare a bruciarlo”, ha dichiarato Spencer Cannon, sceriffo della contea dello Utah, “potrebbe non esserci un perchè, nemmeno lui potrebbe sapere il perchè”.

E il movente non sembra celarsi nemmeno nel barattolo pieno di marijuana trovato in possesso di Martin dal momento che, chiarisce Spencer, il giovane al momento dell’arresto appariva lucido. Il possesso di stupefacenti si è aggiunto alle accuse ai danni di Martin, il cui comportamento è stato definito “sventato” dalla polizia, che ha escluso la pista dell’incendio doloso. Le fiamme, pur sviluppatesi con grande rapidità, non hanno causato danni materiali o vittime. La cauzione per Martin è stata fissata a duemila dollari.