spinta da Aosta alla Sicilia- Corriere.it

di Fabrizio Caccia e Fabio Savelli

Nella regione guidata da Musumeci in sette giorni, dal 22 al 28 novembre, oltre 17 mila siciliani ricevono la prima dose, il 23% in più della settimana precedente

Per capire quello che sta accadendo conviene partire dalla Sicilia. È ultima per numero di vaccinati: il 19% non ha ricevuto ancora una dose, con oltre 130 mila non coperti tra i 30 e i 39 anni e 138 mila tra i 40 e i 49 in tutta la regione. I dati in possesso del Corriere però ci avvertono di un’inversione di tendenza che fa ben sperare, trainata dal super green pass (e dall’estensione dell’obbligo vaccinale ad alcune categorie come il personale scolastico) che sta trascinando le prime dosi, la cartina di tornasole di quanti si stanno aggiungendo alla platea di immunizzati.

Il 24 novembre è il giorno chiave, perché il Consiglio dei ministri annuncia l’ulteriore stretta sui non vaccinati impossibilitati ad andare in bar e ristoranti al chiuso, a teatro allo stadio dal 6 dicembre. Proprio a ridosso comincia a salire la curva delle prime dosi, una tendenza che osserviamo in tutte le regioni a partire dal 22-23 novembre quando era atteso il provvedimento del governo. In sette giorni, dal 22 al 28 novembre, oltre 17 mila siciliani ricevono la prima dose, il 23% in…