Sondaggi, è sempre testa a testa tra Meloni e Letta

Secondo Swg non ci sono grossi cambiamenti nelle intenzioni di voto degli italiani: dopo la rottura tra Calenda e il Pd il centrodestra aumenta il proprio vantaggio

Una corsa sui punti decimali per stabilire chi sarà il partito più votato alle elezioni del prossimo 25 settembre. E’ quello che secondo i sondaggi sta avvenendo, oramai da diverse settimane, tra Fratelli d’Italia e il Pd, confermato anche dalla rilevazione di Swg per il Tg La7 diffusa lunedì 8 agosto. Stando alle intenzioni di voto degli italiani, la Meloni sarebbe al 23,8 per cento (in calo dello 0,4 per cento in una settimana) mentre Letta seguirebbe a breve distanza, fermo al 23,3 per cento (anche qui il calo è di 0,4 punti). 

In terza posizione la Lega di Matteo Salvini, in crescita di mezzo punto rispetto a sette giorni fa (si ferma al 12,5 per cento, circa la metà dei consensi della Meloni). Mentre il M5s è al 10,4 per cento (con un crescita anche per i grillini di mezzo punto). Stessi trend di crescita per Forza Italia, che arriva all’8 per cento. Le stime calcolano Azione-+Europa al 6,5 per cento, ma è chiaro che il dato dovrà essere rivisto dopo la rottura del patto con il Pd da parte di Carlo Calenda. A ogni modo togliendo la percentuale di Azione dalla coalizione di…