solo un candidato sindaco su 4 è donna- Corriere.it

di Claudio Bozza

Su sessanta aspiranti primi cittadini dei cinque principali partiti le donne sono solo 15. Le sfide più interessanti al femminile saranno a Viterbo, Pistoia, Catanzaro e Piacenza

Chiuse le liste per la corsa a sindaco del 12 giugno. Sono chiamati al voto i cittadini di 978 Comuni: tra questi 26 capoluoghi di provincia, di cui 4 di Regione (Catanzaro, Genova, L’Aquila e Palermo). Scontri politici a parte, con il centrodestra spaccato e le liti per l’alleanza a fasi alterne tra Partito democratico e Movimento Cinque Stelle, a far discutere è ancora una volta la bassa presenza di donne. Analizzando le candidature presentate nelle 26 città più importanti, i cinque partiti più grandi (M5S, Pd, Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia) hanno messo in campo 60 aspiranti primi cittadini: di questi solo 15 sono donne, una candidatura su 4.

In proporzione sembra comunque andare decisamente meglio rispetto alle Amministrative dello scorso ottobre, quando in 18 città capoluogo su 47 aspiranti sindaci correvano appena 6 donne, di cui 5 schierate dal Movimento Cinque Stelle. A Catanzaro, dopo il duro scontro nel centrodestra, a prendere in mano la situazione è stata direttamente Giorgia Meloni, che ha dato il via libera per la candidatura di Wanda Ferro,…