SmartIsland, arrivano dalla Sicilia i robot agronomi che aiutano nei campi

L’agricoltura hi-tech esiste, e fa base a Niscemi, in Sicilia. Un gruppo di ragazzi della cittadina in provincia di Caltanissetta ha infatti inventato dei piccoli robot agronomi che aiutano i contadini. Macchine innovative pensate appositamente per l’industria agroalimentare e disposte in mezzo a 60 mila metri quadri di campi in tutta Italia per monitorare le colture e le coltivazioni in serra. SmartIsland è una startup a forte impatto tecnologico, fondata in Sicilia da Maria Luisa Cinquerrui, qualche anno fa quando non aveva ancora compiuto trent’anni, a cui poi si sono aggiunti altri ragazzi come Viviana Stefanini Luca La Paglia, e iscritta nel registro delle imprese innovative.

Agrovoltaico

Sorpresa, sotto i pannelli è il cavolo a produrre l’energia

di

Fabio Marzano



Il primo prodotto creato dalla startup è Smart Farm, un sistema informatico dedicato all’agricoltura capace di prevenire eventuali malattie, stress idrici e di monitorare lo stato di salute delle coltivazioni. Si tratta di robot, i  Daiki”, posizionati nei campi, fra le coltivazioni: sono robot modulari, realizzati…